• Notizie
  • Tutto ciò che devi sapere sulle chiavi dinamometriche

Tutto ciò che devi sapere sulle chiavi dinamometriche

lunedì 7 marzo 2022Tutte le notizie
Tutto ciò che devi sapere sulle chiavi dinamometriche

La chiave dinamometrica è un tipo speciale di chiave utilizzata per stringere dadi e bulloni ad un valore di coppia determinato con esattezza. Una chiave dinamometrica presenta una punta quadrata che si adatta a tutte le prese comunemente utilizzate. Si tratta di uno strumento di misurazione sofisticato, essenziale per garantire la qualità del lavoro svolto.  

Come utilizzare la chiave dinamometrica in modo ottimale 
La chiave dinamometrica è uno strumento di misurazione sensibile. Avendone cura ed affidando la manutenzione a degli esperti, potrai utilizzarla per diversi anni. Quando utilizzi una chiave dinamometrica, devi essere consapevole che: 

  • Le chiavi dinamometriche non servono per allentare dadi e bulloni. 
  • La chiave dinamometrica diventa inaffidabile se superi regolarmente il suo valore prestabilito. 
  • Non serrare in modo eccessivo i dadi o i bulloni (ad esempio utilizzando una chiave pneumatica) prima di applicare la coppia corretta di serraggio con la chiave dinamometrica. Dovrebbe risultare comunque possibile continuare a stringere. Se senti subito un “clic”, la coppia di serraggio è troppo alta e la chiave dinamometrica avrà subìto uno sforzo evitabile. 
  • Dovresti lavorare preferibilmente con due mani. Usa una mano per tenere la presa o un altro attacco in posizione, mentre usi l'altra per eseguire lentamente il movimento rotatorio richiesto. 
  • La regola generale è, "quando è stretto è stretto". Gira sempre lentamente la chiave dinamometrica fino a quando non senti un “clic”. Se le fai fare un secondo “clic”, ciò avrà un effetto negativo sull’attacco.  
  • Rilascia immediatamente la tensione della chiave dinamometrica prima di riporla. Se la chiave rimane alla tensione impostata, la molla interna a spirale verrà spinta all'interno per troppo tempo, il che gradualmente la farà accorciare. Anche solo una frazione di millimetro influirà sulla sua accuratezza! 
  • Assicurati di conoscere la coppia di serraggio del bullone. Si tratta della coppia (forza x braccio) che puoi usare per stringere il bullone. La coppia di serraggio è espressa in metri newton (Nm). Se immaginiamo che stai utilizzando una forza (F) di 10 kg per spingere verso il basso l'estremità di una chiave doppia fissa di 1 metro (d), creerai una coppia (M) di 100 Nm (10 kg = ca. 100 N). Ma poiché ciò non è possibile nella pratica, utilizzerai una chiave dinamometrica per stringere il bullone in maniera controllata. Quando viene raggiunto il valore impostato, sentirai o percepirai un “clic”. 
  • Un bullone lubrificato può essere serrato con meno forza, quindi la forza richiesta viene anch'essa ridotta in paragone a un bullone senza lubrificante. Al contrario, lo stesso bullone senza lubrificante (con un coefficiente di frizione più elevato) richiederà una coppia di serraggio più alta. Ciò dimostra come risulti assolutamente fondamentale per te conoscere il coefficiente di frizione. Se non ne sei a conoscenza si pone il rischio che il bullone non sia stretto o che il filetto venga danneggiato. Per bulloni nuovi e non lubrificati, si usa spesso un coefficiente di frizione di µ 0,14. 

Valori target 
Per bulloni con misura della testa diversa, puoi utilizzare non più dell'80% della coppia di serraggio come valore target. Esempio: M12, qualità 10,9 = 125 Nm x 0,8 = 100 Nm. 
 
Se hai qualsiasi altra domanda sulle chiavi dinamometriche, ti preghiamo di contattare i nostri specialisti di prodotto. Oppure visita la pagina dedicata alle chiavi dinamometriche Kramp sul nostro sito web.